VITAMINA B1: INDISPENSABILE AL SISTEMA NERVOSO

Meglio conosciuta come vitamina B1, la tiamina è una sostanza di fondamentale importanza per il corretto funzionamento del nostro organismo e in particolare per il sistema nervoso. È necessaria una dieta varia ed equilibrata, come la dieta Mediterranea, per garantire i fabbisogni di vitamina B1 ed evitare carenze. Scopri come con i medici di Cibum dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese

vitamina-B1

Consulenza scientifica

Giulia Tavella

Dottore in Dietistica. Ha conseguito la laurea triennale in Dietistica nel 2018 e laurea magistrale in Scienze dell’Alimentazione nel 2021. Svolge attività libero professionale, occupandosi di educazione alimentare e nutrizione per patologia. Si occupa da sempre con maggiore attenzione dell’alimentazione per la salute della donna.

LA TIAMINA

La tiamina, o vitamina B1, appartiene al grande gruppo delle vitamine del gruppo B, indispensabili per garantire il corretto metabolismo energetico e regolare la funzionalità del sistema nervoso.

Nello specifico, la tiamina partecipa alle reazioni metaboliche che, a partire dal glucosio, generano energia per il nostro cervello e i nostri nervi, è coinvolta nella trasmissione degli impulsi nervosi e nel mantenimento della guaina mielinica. Inoltre, gioca un ruolo fondamentale anche nella crescita, nello sviluppo e nella differenziazione cellulare.

vitaminaB1-sistema-nervoso

VITAMINA B1: FABBISOGNI

Si tratta di una vitamina idrosolubile e perciò non può essere accumulata nell’organismo, ma deve essere sempre regolarmente assunta attraverso gli alimenti.

I fabbisogni variano in base all’età: i LARN raccomandano un’assunzione giornaliera di circa 1,1 – 1,2 mg per l’adulto, mentre questa quota è leggermente aumentata durante la gravidanza e l’allattamento (1,4 mg al giorno).

Quali sono i cibi più ricchi di tiamina? Sia vegetali che animali! Infatti la si trova in cereali (soprattutto integrali), legumi, uova, carne di maiale, nel lievito e nella frutta secca.

AlimentoContenuto in vitamina B1 tiamina mg/100g
Germe di frumento2,4
Coscio di maiale crudo1,4
Soia secca1
Lievito di birra0,7
Pistacchi0,7
Grano saraceno0,6
Fiocchi d’avena0,5
Lenticchie secche0,5
Pinoli0,4
Mais0,4
Ceci secchi0,3
vitaminaB1-fabbisogni

L’ESPERTA: LA VITAMINA DEL BUON UMORE

“La tiamina è anche chiamata “la vitamina del morale” perché è in grado di influire sull’attitudine mentale. In caso di deficit, infatti, si possono manifestare sintomi negativi sulla capacità di apprendimento e sul mantenimento dell’attenzione, segnali particolarmente importanti durante il periodo di crescita dei bambini”. Indica il dottoressa Giulia Tavella, che spiega: “Per lo stesso motivo, alcuni studi recenti hanno indagato il possibile legame tra carenza di B1 e depressione“.

EVITA CARENZE CON UNA DIETA EQUILIBRATA

La strada migliore per non incorrere in carenze nutrizionali rimane quella di una dieta varia ed equilibrata che garantisca la presenza di tutti i gruppi alimentari, come suggerito dalla piramide della dieta Mediterranea. Seguendo un modello alimentare di questo tipo, infatti, il rischio di deficit di tiamina è praticamente inesistente!

Una dieta squilibrata, alterazioni nell’assorbimento intestinale dei nutrienti, l’assunzione di alcuni farmaci o altre condizioni particolari possono essere causa di carenza di vitamina B1. I sintomi e le conseguenze legate a questo deficit sono vari e di grave entità: la carenza di tiamina può provare alterazioni cardiache e disturbi neurologici, oltre che sintomi come nausea e vomito, deperimento e perdita di peso.

Nello specifico, la carenza di tiamina può portare alla comparsa della sindrome di Beri Beri e della sindrome di Wernicke-Korsakoff, una sindrome neurologica degenerativa potenzialmente fatale.

In questi casi, la supplementazione con integratori di tiamina è fondamentale e indispensabile per ripristinare il corretto funzionamento del sistema nervoso.

BIBLIOGRAFIA

  1. CREA – Centro di Ricerca Alimenti e Nutrizione. Linee guida per una sana alimentazione, dossier scientifico. 2018
  2. IEO – Banca Dati di composizione degli Alimenti (BDA)
  3. SINU, Società Italiana di Nutrizione Umana. LARN – Livelli di Assunzione di RIferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana. IV Revisione. A cura di: SINU-INRAN. Milano: SICS Editore, 2014
  4. De la Rubia Ortì JE, Cuerda-Ballester M, Drehmer E, et al. Vitamin B1 Intake in Multiple Sclerosis Patients and its impact on Depression Presence: a pilot study. Nutrients. 2020 Sep;12(9):2655
  5. Wiley KD, Gupta M. Vitamin B1 Thiamine Deficiency

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

Adesso che sai come fare, continua a seguirci. Ricevi ogni sabato mattina nuove informazioni per la tua salute.

CONDIVIDI

Pensa alle persone che conosci, gli amici, la tua famiglia. Dai loro l’opportunità di stare bene, in salute. Condividi sui social quello che hai appena letto. Più condividi, più te ne saranno grati.

Lascia un commento

Devi loggarti per inserire un commento.