CANCRO: GIORNATA MONDIALE DI PREVENZIONE

Il cancro è responsabile di circa 9,6 milioni di decessi nel 2018, essendo la seconda causa di morte a livello globale, solo dopo le malattie cardiovascolari. Il costo del cancro sui pazienti e sui sistemi sanitari è notevole e in aumento, con un tributo economico mondiale annuo nel 2010 stimato in circa 1,16 trilioni di dollari USA. Una corretta alimentazione, come la dieta Mediterranea, è un efficace strumento di prevenzione. Scopri come con i medici di Cibum dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese

giornata-mondiale-contro-il-cancro-la-prevenzione-prima-di-tutto

Consulenza scientifica

Barbara Paolini

Medico dietologo e direttore dell’UO di Dietetica e Nutrizione Clinica presso l’Azienda ospedaliero-universitaria Senese. Professore all'Università di Siena. Presidente Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, sezione Toscana (ADI).

DIETA E CANCRO

La dieta è riconosciuta come fattore importante e potenzialmente modificabile nella prevenzione del cancro. Secondo il World Cancer Research Fund (WCRF), il 40% dei casi di cancro può essere prevenuto con una dieta, un’alimentazione e un’attività fisica appropriate.

Tuttavia, l’impatto negativo sull’incidenza del cancro attribuibile ad un dieta scorretta sembra essere in aumento al giorno d’oggi seppure la sopravvivenza al cancro continua a migliorare nei paesi ad alto reddito grazie ai progressi nello screening e nel trattamento.

Molti studi hanno dimostrato un ruolo fondamentale e protettivo dei singoli componenti della dieta e la prognosi del cancro nei tumori con una buona risposta terapeutica, ad esempio nel tumore della mammella, del colon e della prostata.

Tempio-Dieta-Mediterranea

LA DIETA MEDITERRANEA

La qualità della dieta non è solo associata alla prevenzione del cancro, ma è fondamentale per la sopravvivenza dal cancro soprattutto per cancro al seno e al colon-retto.

L’aderenza alla dieta Mediterranea è stata associata a un minor rischio di mortalità nei sopravvissuti al cancro del colon-retto e della prostata.

Studi confermano che l’aderenza ad un modello dietetico di alta qualità rispetto a una più bassa riduce del 23% della mortalità complessiva nelle sopravvissute al cancro al seno.

grassi-saturi

L’ESPERTA: L’OLIO D’OLIVA RIDUCE IL RISCHIO DI CANCRO

“La dieta Mediterranea si conferma un modello alimentare di prima scelta per la prevenzione del tumore e per la sopravvivenza allo stesso”. Indica il dottoressa Barbara Paolini, che spiega: “In particolare un elevato utilizzo di olio d’oliva, componente principe della dieta Mediterranea, è associato ad un rischio di cancro inferiore del 31%”.

BIBLIOGRAFIA

  1. Castro-Espin C, Agudo A. The role of diet in prognosis among cancer survivors: a systematic review and meta-analysis of dietary patterns and diet interventions. Nutrients. 2022 Jan; 14(2): 348
  2. WCRF. World Cancer Research Fund International. Diet, Nutrition, Physical Activity and Cancer: a Global Perspective Third Expert Report summary. Available online: https://www.wcrf.org/dietandcancer. Accessed on May 20, 2020
  3. Markellos C. Olive oil intake and cancer risk: A systematic review and meta-analysis. PLoS One. 2022; 17(1): e0261649

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

Adesso che sai come fare, continua a seguirci. Ricevi ogni sabato mattina nuove informazioni per la tua salute.

CONDIVIDI

Pensa alle persone che conosci, gli amici, la tua famiglia. Dai loro l’opportunità di stare bene, in salute. Condividi sui social quello che hai appena letto. Più condividi, più te ne saranno grati.

Lascia un commento

Devi loggarti per inserire un commento.