VITAMINA B5: ALLA BASE DEL METABOLISMO

Appartiene al grande gruppo delle vitamine del gruppo B e rappresenta un costituente fondamentale per il corretto metabolismo. La sua assunzione raccomandata è assicurata seguendo una dieta sana ed equilibrata, in particolar modo attraverso la dieta mediterranea. Può rappresentare un aiuto per contrastare l'Alzheimer. Scopri di più con i medici di Cibum dell'Azienda ospedaliero-universitaria Senese

frattaglie-vitamina-b5

Consulenza scientifica

Giulia Tavella

Dottore in Dietistica. Ha conseguito la laurea triennale in Dietistica nel 2018 e laurea magistrale in Scienze dell’Alimentazione nel 2021. Svolge attività libero professionale, occupandosi di educazione alimentare e nutrizione per patologia. Si occupa da sempre con maggiore attenzione dell’alimentazione per la salute della donna. Socia Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI).

VITAMINA B5 E METABOLISMO

L’acido pantotenico o vitamina B5 è una vitamina idrosolubile che svolge un ruolo fondamentale nelle reazioni che quotidianamente hanno luogo nel nostro corpo. Infatti, costituisce il Coenzima A (CoA), un cofattore di numerose vie metaboliche, tra cui il metabolismo:

  • degli acidi grassi
  • del colesterolo
  • dei corpi chetonici, indispensabili per fornire energia all’organismo

Inoltre, l’acido pantotenico è il costituente di un’altra importante proteina, la cosiddetta Proteina trasportatrice dei gruppi acile (ACP), protagonista della sintesi degli acidi grassi.

VITAMINA B5 E ALIMENTI

In quali alimenti è presente l’acido pantotenico? La vitamina B5 è sintetizzata in natura da batteri e piante, quindi i vegetali rappresentano la fonte principale di questo nutrienti, ma è ampiamente diffusa anche negli altri alimenti.

In particolare, i livelli più alti di acido pantotenico si trovano nelle uova di pesce (soprattutto nella bottarga che contiene 35 mg di B5 in 100 g). Contenuti significativi sono presenti anche nelle frattaglie, nel tuorlo d’uovo, nei pesci, nella carne e nel latte.

VITAMINA B5: LIVELI DI ASSUNZIONE

Il livello di assunzione adeguata di B5 per la popolazione adulta è di 5 mg al giorno. Difficilmente si assiste a carenze di tale nutriente, se non in persone anziane, soprattutto ospedalizzate, o persone in stato di povertà, in cui è più facilmente presente un regime alimentare di bassa qualità nutrizionale.

tuorlo-uovo-vitamina-b5

L’ESPERTA: LA VITAMINA B5 AIUTA CONTRO L’ALZHEIMER

Inoltre, un recente studio ha evidenziato una carenza di B5 nei malati di Alzheimer, soprattutto nelle regioni cerebrali maggiormente colpite da questa malattia neurodegenerativa. È possibile quindi che la prevenzione del deficit di B5, soprattutto negli stadi iniziali, possa essere d’aiuto per contrastare o rallentare lo sviluppo della demenza, anche se sono necessari ulteriori studi per confermare questa ipotesi.” Indica la dottoressa Giulia tavella che aggiunge: “L’alimentazione sana, sui principi della dieta mediterranea, rimane il cardine per il mantenimento di uno stato di salute ottimale e per la prevenzione di malattie. Per questo motivo è fondamentale seguire una dieta varia ed equilibrata per il proprio benessere e la propria salute.”

BIBLIOGRAFIA

  1. CREA – Centro di Ricerca Alimenti e Nutrizione. Linee guida per una sana alimentazione, dossier scientifico. 2018
  2. IEO – Banca Dati di composizione degli Alimenti (BDA)
  3. SINU, Società Italiana di Nutrizione Umana. LARN – Livelli di Assunzione di RIferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana. IV Revisione. A cura di: SINU-INRAN. Milano: SICS Editore, 2014
  4. Xu J, Patassini S, Begley P, et al. Cerebral deficiency of vitamin B5 (D-pantothenic acid; pantothenate) as a potentially-reversible cause of neurodegeneration and dementia in sporadic Alzheimer’s disease. Biochem Biophys Res Commun. 2020 Jun 30;527(3):676-681

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

Adesso che sai come fare, continua a seguirci. Ricevi ogni sabato mattina nuove informazioni per la tua salute.

CONDIVIDI

Pensa alle persone che conosci, gli amici, la tua famiglia. Dai loro l’opportunità di stare bene, in salute. Condividi sui social quello che hai appena letto. Più condividi, più te ne saranno grati.

Lascia un commento

Devi loggarti per inserire un commento.