LE PATATE: TANTE PROPRIETÀ NUTRITIVE

Utili per la loro azione diuretica, antiossidante e anti radicali liberi, le patate da sempre sono presenti sulle nostre tavole. Ottime in cucina e per la nostra salute. Scopri tutti i benefici.

patate-cibum

Consulenza scientifica

Barbara Martinelli

Barbara Martinelli

Dottore in Dietistica. Ha conseguito la laurea triennale in dietistica nel 2014; laurea magistrale in Scienze dell’Alimentazione nel 2016. Lavora presso l’UOSA Dietetica e Nutrizione Clinica dell’AOU Senese. Relatore in numerosi congressi in ambito nutrizionale e docente nei corsi per il personale dell’AOU Senese.

LE PATATE: BENEFICI

Le patate hanno molte proprietà benefiche per il tuo organismo. In particolare:

  • azione diuretica: l’elevato contenuto in potassio associato al ridotto contenuto in sodio sono alla base delle proprietà diuretiche, inoltre il potassio, contrasta la debolezza muscolare, nausea, vomito, irritabilità e persino irregolarità cardiache
  • sistema nervoso: ricche di vitamina B6, una sostanza necessaria per il rinnovamento cellulare, aiutano l’equilibrio del sistema nervoso
  • azione antispastica: grazie al contenuto di piccole quantità di atropina ha proprietà antispastiche
  • azione antiossidante: quelle viola (vitelotte) sono ricche di antocianine pigmenti che si trovano nei vegetali e possiedono attività antiossidante e antiradicali, d’aiuto contro i processi di invecchiamento, processi infiammatori e modificazioni cancerogene
  • azione anti radicali liberi: le antocianine riscontrate nelle analisi sono molto alte: ben 100 mg per 100 g di patate vitelotte. Hanno un vero e proprio ruolo di “spazzini” per liberare l’organismo dai radicali liberi responsabili dell’invecchiamento precoce e di svariate forme di cancro. Alcuni studi in vitro hanno dimostrato che il cancro del colon trattato con le antocianine, laddove si trovava il pigmento, mostra un rallentamento nella crescita delle cellule cancerogene

Inoltre, grazie alla presenza dell’amido che resiste alla digestione aiuta la tua salute. In particolare è un importante alleata per chi soffre di diabete. Questa caratteristica, chiamata “amido resistente”, è un importante supporto al tuo benessere. Infatti, quando le patate vengono mangiate fredde, dopo essere state cotte, l’amido resistente si comporta in modo simile alla fibra, e può aiutare il controllo della glicemia e dei livelli di lipidi nel sangue.

L’ESPERTA: LE PATATE, PERFETTE PER BAMBINI E ANZIANI

“Le patate sono un alimento poco calorico: una porzione da 100 g contiene solo 89 Kcal. Hanno un effetto saziante tre volte superiore allo stesso apporto di calorie del pane bianco. Un’attenzione particolare va posta a come viene cucinata e ai condimenti che vengono utilizzati”. Afferma la dottoressa Barbara Martinelli, che prescrive: “Le patate sono da consigliare in caso di disturbi gastrici grazie alla loro digeribilità e sono perfette anche per l’alimentazione degli anziani e dei bambini. Così come sono utili nei casi di ritenzione idrica per la loro azione diuretica. Negli sportivi, dopo l’allenamento, possono svolgere una buona azione reintegrante grazie alla presenza di cospicue quantità di potassio”. “Ma attenzione – avverte Paolini – sono da evitare in caso di  allergia alle solanaceae. Va posta attenzione a non consumare le parti verdi o i germogli perché contengono solanina che è tossica”.

LE PATATE: PRINCIPI NUTRITIVI

Le patate sono costituite per l’85% d’acqua. Hanno una buona quantità di carboidrati, circa il 18 g di amido, trasformato poi in zucchero (glucosio) dopo la cottura. E una minima quantità di proteine, buona fonte di amminoacidi essenziali come la lisina ed il triptofano.

Il macro nutriente principale di questo ortaggio è l’amido: una parte di questo raggiunge immodificato il nostro intestino. Sono anche una fonte di fibra: circa 2 g ogni 100 g di alimento.

Vitamina C: 100 g di patate al vapore ne contengono circa 15 mg. Nelle patate novelle questo apporto raddoppia. La vitamina C antiossidante e la sua efficacia in questo senso è coadiuvata da altri antiossidanti, come caroteni e flavonoidi, abbondanti nelle patate con polpa gialla, arancione o viola.

Una porzione media di patate bollite o al vapore apporta anche una buona quantità di vitamine del gruppo B (B1, B2, B6 PP e acido folico). In merito al contenuto di sali minerali interessante è l’apporto di potassio 570 mg, contengono naturalmente pochissimo sodio.

Le patate sono utili alla protezione della tua vista in quanto ricche di luteina, beta-carotene e zeaxantina. Per quanto riguarda gli zuccheri sono presenti il fruttosio, il saccarosio e il destrosio.

LE PATATE – VALORI NUTRIZIONALI

LE PATATE: LA BUCCIA È ANTITUMORALE

La cottura delle patate con la buccia permette di evitare di disperdere le vitamine durante la cottura, e permette di assorbire meno acqua. Ottime anche le cotture al cartoccio e al micronde che permettono di mantenere inalterate le proprietà nutrizionali.

La buccia contiene glicoalcaloidi in concentrazioni di ben 100 volte superiori rispetto alla pasta interna, le cui proprietà sembrano importanti nell’inibire la crescita tumorale.

Nella buccia è presente anche un altro alcaloide: la solanina che se assunta in grandi quantità, è tossica per l’organismo umano, può provocare debolezza, crampi muscolari e mal di testa; in alcuni casi gravi può portare perfino alla perdita di coscienza o al coma. È importante sottolineare che, affinché si manifesti un principio di intossicazione, è necessario ingerire una gran quantità di patate in un solo pasto: circa 2 Kg per un uomo di 70 Kg.

La solanina è particolarmente abbondante nella patata germogliata e in quelle verdi o con macchie verdi che sono quindi da evitare. In alternativa una cottura delle patate ad alte temperature, che superino i 170°, distrugge parzialmente questo elemento tossico.

LE PATATE ARRICCHITE DI SELENIO E IODIO

Secondo diversi studi scientifici, l’assunzione media di selenio e iodio nella dieta italiana risulta inferiore ai livelli suggeriti. Essenziali per la salute umana, il selenio contrasta i danni causati dal processo ossidativo ed aiuta nella prevenzione di malattie cardiache e alcune forme tumorali. Mentre lo iodio è fondamentale per la tiroide. 

Le patate arricchite vengono coltivate in terreni in cui il selenio è presente in grosse quantità. Questo produce importanti cambiamenti nella quantità di selenio e iodio di queste speciali patate.

La quantità giornaliera raccomandata di selenio è di circa 55 μg (1 μg = 0.000001 g). Una patata normale ne contiene circa 1 μg per 100 g, mentre quelle arricchite al selenio circa 9 μg.

La quota raccomandata giornaliera di iodio è di 150 μg.  In media la patata contiene una quantità di iodio tendente allo zero. Quelle arricchite invece hanno un apporto di iodio pari a circa 22 μg. Consumando 200 g di patate si riesce così a coprire quasi un terzo del fabbisogno di iodio giornaliero.

BIBLIOGRAFIA

  1. Grudzińska M, Czerko Z, Zarzyńska K, Borowska-Komenda M. Bioactive compounds in potato tubers: effects of farming system, cooking method, and flesh color. PLoS One. 2016 May 3;11(5)
  2. Lovat C, Nassar AM, Kubow S, Li XQ, Donnelly DJ. Metabolic biosynthesis of potato (Solanum tuberosum l.) antioxidants and implications for human health. Crit Rev Food Sci Nutr. 2016 Oct 25;56(14):2278-303
  3. Barceloux DG. Potatoes, tomatoes, and solanine toxicity (Solanum tuberosum L., Solanum lycopersicum L.). Dis Mon. 2009 Jun;55(6):391-402
  4. Banca dati alimenti Istituto Europeo Oncologico (IEO)

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

Adesso che sai come fare, continua a seguirci. Ricevi ogni sabato mattina nuove informazioni per la tua salute.

CONDIVIDI

Pensa alle persone che conosci, gli amici, la tua famiglia. Dai loro l’opportunità di stare bene, in salute. Condividi sui social quello che hai appena letto. Più condividi, più te ne saranno grati.

Lascia un commento

Devi loggarti per inserire un commento.