I BENEFICI DELL’ATTIVITÀ FISICA PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI

Uscite a giugno le ultime linee guida 2020 dell’American Cancer Society (ACS) per la prevenzione dei tumori attraverso la corretta alimentazione e l’esercizio fisico. Una dieta sana ed una corretta attività motoria rappresentano due opportunità per ridurre il rischio di patologie tumorali e adottare uno stile di vita sano. Scopriamo come con il Professor Bonifazi.

linee-guida-tumori-cibum

Intervista (1° parte) a

Marco Bonifazi

Marco Bonifazi

Specialista in Medicina dello Sport, è Professore associato di Fisiologia
presso il Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e Neuroscienze dell’Università di Siena. Coordinatore tecnico del Centro Studi e Ricerche della Federazione Italiana Nuoto. Ha partecipato, come medico e dirigente tecnico a otto edizioni dei Giochi Olimpici, dal 1988 al 2016.

Professor Bonifazi, quali sono le correlazioni tra attività fisica e riduzione del rischio di malattie tumorali?

Numerose recenti ricerche scientifiche indicano un ruolo importante dell’attività fisica per la prevenzione delle patologie tumorali. Secondo la medicina basata sull’evidenza, fondata sul trasferimento dei risultati della ricerca scientifica alla cura delle persone, si osserva che gli effetti benefici dell’esercizio fisico sono diversi a seconda della localizzazione della malattia.

Livello di evidenza per attività fisica e minore rischio di sviluppare il tumore nelle varie sedi

Fortecolon
Fortemammella
Forteendometriale
Forterene
Fortevescica
Forteesofago (adenocarcinoma)
Fortestomaco (cardias)
Moderatopolmone
Limitatomieloma e ematologici
Limitatopancreas
Limitatoovaio
Limitatoprostata

Se l’attività fisica porta una riduzione del rischio di tumori, la sedentarietà ne aumenta il rischio?

Recentemente, la sedentarietà, cioè stare un tempo eccessivo in posizione seduta, è stata studiata come un comportamento diverso e parzialmente indipendente dall’inattività fisica. Infatti, il tempo trascorso da seduti è aumentato in modo significativo negli ultimi decenni ed è stato stimato che oltre la metà del tempo, al di fuori del lavoro, sia trascorso davanti ad uno schermo (computer, telefoni, televisione). Il periodo di tempo in cui si è sedentari durante la giornata è stato associato a mortalità prematura, diabete di tipo II e malattie cardiovascolari e si pensa che la sedentarietà, probabilmente in modo separato dall’inattività fisica, possa essere un fattore predisponente alle malattie oncologiche. Anche questo aspetto è stato valutato secondo i livelli di evidenza

Livello di evidenza per tempo di sedentarietà e maggiore rischio di sviluppare il tumore nelle varie sedi

Moderatoendometrio 
Moderatocolon
Moderatopolmone
Limitatofegato

Perché l’esercizio fisico riduce il rischio di tumori?

L’attività fisica influisce su varie funzioni dell’organismo abbassando il rischio di specifici tipi di tumore. Ciò si realizzerebbe per gli effetti benefici dell’esercizio sul metabolismo del glucosio, sulla funzione immunitaria, sul controllo dell’infiammazione, sullo stress ossidativo e sulla regolazione della produzione e dell’attività degli ormoni sessuali. Per esempio, l’attività fisica è stata associata a livelli più bassi di ormoni sessuali nelle donne in post-menopausa, che possono aiutare a spiegare l’associazione tra attività fisica e un minor rischio di carcinoma mammario in questa fase della vita. L’attività fisica aiuta poi a prevenire l’aumento di peso riduce il rischio di obesità che, a sua volta, è associata al rischio di tumori.

BIBLIOGRAFIA

  1. American Cancer Society guideline for diet and physical activity for cancer prevention
  2. Rock CL, Thomson C, Gansler T, et al. American Cancer Society guideline for diet and physical activity for cancer prevention [published online ahead of print, 2020 Jun 9]. CA Cancer J Clin. 2020;10.3322/caac.21591. doi:10.3322/caac.21591
  3. Schmitz KH, Campbell AM, Stuiver MM, et al. Exercise is medicine in oncology: Engaging clinicians to help patients move through cancer. CA Cancer J Clin. 2019;69(6):468‐484. doi:10.3322/caac.21579
  4. D’Ascenzi F, Anselmi F, Fiorentini C, Mannucci R, Bonifazi M, Mondillo S. The benefits of exercise in cancer patients and the criteria for exercise prescription in cardio-oncology [published online ahead of print, 2019 Oct 6]. Eur J Prev Cardiol. 2019;2047487319874900. doi:10.1177/2047487319874900

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

Adesso che sai come fare, continua a seguirci. Ricevi ogni sabato mattina nuove informazioni per la tua salute.

CONDIVIDI

Pensa alle persone che conosci, gli amici, la tua famiglia. Dai loro l’opportunità di stare bene, in salute. Condividi sui social quello che hai appena letto. Più condividi, più te ne saranno grati.

Lascia un commento

Devi loggarti per inserire un commento.