IL DIABETE: LA 4° CAUSA DI MORTE NEL MONDO

Il diabete, una malattia cronica che colpisce oltre 400 milioni di persone adulte nel mondo. Spesso ne senti parlare, ma sai veramente cos’è il diabete? Scoprilo insieme ai medici di Cibum.

diabete-misurazione-cibum

Consulenza scientifica

Barbara Paolini

Barbara Paolini

Medico Dietologo dell’UO di Dietetica e Nutrizione Clinica presso l’Azienda ospedaliero-universitaria Senese. Professore all'Università di Siena. Presidente Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, sezione Toscana (ADI).

IL DIABETE: UNA DEFINIZIONE

Il Ministero della Salute definisce il diabete “[..] una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di elevati livelli di glucosio nel sangue (iperglicemia) e dovuta a un’alterata quantità o funzione dell’insulina. L’insulina è l’ormone, prodotto dal pancreas, che consente al glucosio l’ingresso nelle cellule e il suo conseguente utilizzo come fonte energetica. Quando questo meccanismo è alterato, il glucosio si accumula nel circolo sanguigno”.

IL DIABETE: LA 4° CAUSA DI MORTE NEL MONDO

Molto spesso si sente parlare di questa patologia ma sappiamo veramente che cos’è? Si tratta di una malattia dalla crescita “inarrestabile”, una delle più diffuse in Europa e nel mondo. I dati aggiornati al 2015 nell’ultima edizione dell’IDF Diabetes Atlas, riportano circa 415 milioni di adulti affetti da diabete nel mondo e 318 milioni di soggetti affetti da ridotta tolleranza al glucosio con elevato rischio di sviluppare questa patologia. La diffusione mondiale si riflette su quella europea e italiana. In Europa il numero di persone affette da diabete è di 59,8 milioni con un incremento previsto – al 2040 – di 71,1 milioni. Non solo trova ampia diffusione, ma questa patologia spesso “silenziosa” rappresenta anche la quarta causa di morte del nostro continente.

IL DIABETE: TIPOLOGIE

Esistono varie tipologie di diabete che hanno cause e conseguenze diverse sulla tua salute. Nella tabella seguente sono decritti i vari tipi di diabete e le loro caratteristiche:

TIPOCARATTERISTICHE
Diabete tipo 1Causato dalla distruzione delle beta-cellule, su base autoimmune o idiopatica (causa non nota), ed è caratterizzato da una carenza insulinica assoluta. Esiste una variante detta LADA (Latent Autoimmune Diabetes in Adults) ha un decorso lento e compare in età adulta
Diabete tipo 2Causato da un deficit parziale di secrezione insulinica, che in genere progredisce nel tempo, ma non porta mai a una carenza assoluta di ormone, e che si instaura spesso su una condizione, più o meno severa, di insulino-resistenza su base multifattoriale
Diabete gestazionaleCausato da difetti funzionali analoghi a quelli del diabete tipo 2: viene diagnosticato per la prima volta in gravidanza (generalmente nel secondo o terzo trimestre) e in genere regredisce dopo il parto per poi ripresentarsi, spesso a distanza, preferenzialmente con le caratteristiche del diabete di tipo 2
Altri tipi di diabeteDifetti genetici delle beta-cellule (MODY, diabete neonatale, DNA mitocondriale)

Difetti genetici dell’azione insulinica (insulino-resistenza tipo A, leprecaunismo)

Malattie del pancreas esocrino (pancreatite, pancreatectomia, tumori, fibrosi cistica)

Endocrinopatie (acromegalia, Cushing, feocromocitoma, glucagonoma)

Indotto da farmaci o sostanze tossiche (glucocorticoidi, agenti immunosoppressori, farmaci per il trattamento dell’AIDS/HIV, ecc.)

Sindromi genetiche rare associate al diabete (Down, Klinefelter, Turner, Wolfram, Friedreich)
Classificazione eziologica del diabete mellito (ADA 2014, WHO 2006)

FAKE NEWS

Per tutti quelli che ancora lo credono: NO, il diabete (nessuna delle sue varianti) non è contagioso e non si trasmette.

BIBLIOGRAFIA

  1. IDF Diabetes Atlas, 7th edition (2015): www.diabetesatlaso.org/
  2. Facts and figures about type 2 diabetes and obesity in italy. Italian Diabetes Monitor 2017; 1
  3. Associazioni Medici Diabetologi (AMD), Società Italiana di Diabetologia (SID), Standard italiani per la cura del diabete mellito; 2018

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

Adesso che sai come fare, continua a seguirci. Ricevi ogni sabato mattina nuove informazioni per la tua salute.

CONDIVIDI

Pensa alle persone che conosci, gli amici, la tua famiglia. Dai loro l’opportunità di stare bene, in salute. Condividi sui social quello che hai appena letto. Più condividi, più te ne saranno grati.

2 Commento

Lascia un commento

Devi loggarti per inserire un commento.