CISTITE: IL MIRTILLO ROSSO AIUTA A RIDURRE I FASTIDI

La cistite, un'infiammazione che colpisce soprattutto le donne. Fastidiosa, procura dolori e bruciore. Il mirtillo rosso è una possibile soluzione. Scopri come.

mirtillo-rosso-cibum

Consulenza scientifica

Barbara Paolini

Barbara Paolini

Medico Dietologo dell’UO di Dietetica e Nutrizione Clinica presso l’Azienda ospedaliero-universitaria Senese. Professore all'Università di Siena. Presidente Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, sezione Toscana (ADI).

CISTITE: NE SOFFRONO PRINCIPALMENTE LE DONNE

Sapevi che circa il 50-60% delle donne nell’arco della vita può sviluppare cistite? La donna presenta una maggior predisposizione allo sviluppo di questa problematica a causa della sua struttura anatomica. Infatti, questa alterazione della mucosa vescicale, è spesso causata dalla risalita di batteri. Questi microorganismi, che normalmente vivono nell’intestino (es: escherichia Coli), raggiungono la vescica attraverso l’uretra: il condotto che trasporta l’urina all’esterno. Questo tratto anatomico nella donna si presenta più corto e perciò causa maggiore probabilità di contrarre la cistite. Uomini, non sentitevi al sicuro! Nell’uomo e nel bambino si presenta più raramente, ma vi è comunque il rischio.

CISTITE: COS’È

La cistite è una fastidiosa e dolorosa infezione non infettiva, genericamente batterica, delle vie urinarie basse. Più raramente può essere causata da virus e funghi. Questa infezione a carico della vescica ha vari stati: può essere acuta, subacuta o cronica. La cistite può infatti risolversi dopo un solo episodio, oppure, specie quando viene trascurata, ripresentarsi e cronicizzare. La cistite può interessare anche le vie urinarie alte come nel caso della pielonefrite e della glomerulonefrite.

CISTITE: SINTOMI

La cistite comporta vari, sgradevoli e irritanti sintomi che si manifestano
durante tutto l’arco della patologia. I più rilevanti sono caratterizzati da:

  • dolore sovrapubico, pelvico, addominale
  • aumentata frequenza della minzione con urgenza e incontinenza
  • bruciore alla minzione
  • presenza di sangue nelle urine

CISTITE: CAUSE

Diverse possono essere le cause che portano alla cistite: anomalie anatomiche, familiarità, menopausa, l’uso di contraccetivi orali, terapie antibiotiche, malattie della prostata, diabete, stipsi, sindrome dell’intestino irritabile, scarsa assunzione di liquidi.

L’ESPERTA: UNA DIETA CORRETTA RIDUCE I FASTIDI DELLA CISTITE

“La cistite è un’infezione causata da batteri e per questo si rende necessario l’utilizzo di farmaci antibiotici. Ma alcune variazioni nello stile di vita e nelle abitudini alimentari possono aiutare per la riduzione della sintomatologia. E per ridurre il rischio di recidiva”. afferma la dottoressa Barbara Paolini. Che prescrive: “Studi scientifici hanno dimostrato il ruolo positivo del consumo di mirtillo rosso. In particolare nella prevenzione delle recidive della cistite nei soggetti predisposti. I meccanismi di azione sembrano essere molteplici. Tra i principali la riduzione della capacità di adesione del batterio E. Coli al tessuto, caratteristico delle vie urinarie. Devono però porvi attenzione le donne in trattamento con anticoagulanti per l’incremento di rischio emorragico che ne consegue”.

CISTITE: RIMENDI

  • Garantire un’adeguato svuotamento della vescica. Si evita così il ristagno che favorisce la proliferazione batterica. E attraverso una corretta idratazione, si eliminano i batteri mediante minzione
  • Incrementare gli alimenti ricchi in fibre che, insieme ad una corretta idratazione, migliorano la motilità intestinale. E favoriscono la regolarità delle evacuazioni. Si riduce così la proliferazione di batteri fecali che spesso sono causa di infezioni delle vie urinarie
  • Evitare il fumo
  • Evitare il consumo di bevande dolci, gassate, alcolici e superalcolici
  • Riduzione degli zuccheri semplici che favoriscono la proliferazione batterica
  • Regime alimentare con attività acidificante: questo permetterà di ridurre il pH delle urine riducendo l’adesione dei batteri alle pareti delle vie urinarie

CISTITE: COSA CONSUMARE E COSA EVITARE













CIBI DA PREDILIGERE
Prodotti da forno ottenuti preferibilmente da farine integrali Pane integrale, pasta integrale, fette biscottate integrali ecc.
Carne bianche o rosse magre Pollo, tacchino, coniglio, faraona, vitello, vitellone magro, maiale magro (tipo filetto o bistecca)
Legumi

Lenticchie secche e fagioli

Pesce Ogni tipo preferibilmente fresco

Formaggi preferire quelli con ridotto contenuto in grassi (es: freschi di mucca)

Ricotta, mozzarella, stracchino, spalmabile, primo sale, robiola

Uova
Verdure e aromi

In particolare sedano, prezzemolo, aglio, cipolla

Frutta: prediligere i frutti di bosco

Mirtilli rossi, neri, ribes, more ecc.

Condimenti

Olio extravergine d’oliva a crudo












CIBI DA RIDURRE / EVITARE
Alimenti piccanti: Formaggi piccanti e molto stagionati, spezie, pepe, peperoncino, paprika ecc.
Verdure

Carote, cavolfiore, sedano, pomodori, patate, lattuga, melanzane, cicoria, peperoni, zucchine

Legumi

Piselli

Frutta

Banane, mele, albicocche, fragole, anguria, ananas, pesche, uva, agrumi

Dolci:

Di vario genere, gelati, snack dolci, dolciumi, caramelle, cioccolatini

Alimenti, salse e condimenti ricchi in grassi

Maionese, burro, lardo, strutto, margarine, insaccati, alimenti preparati con cotture elaborate (es: fritture), ecc.

Bevande alcoliche, dolci e gassate

Vino, birra, superalcolici, bibite, succhi di frutta

CISTITE: AUMENTA LO STRESS

Molti studi evidenziano un incremento dei livelli di stress e di importanti ripercussioni sia a livello emotivo che nella vita sociale dei soggetti affetti da cistite, soprattutto nei casi in cui vi siano frequenti recidive. Inoltre si possono verificare alterazioni del ciclo sonno-veglia e squilibri nutrizionali.

BIBLIOGRAFIA

  1. Gordon B, Shorter B, Sarcona A, Moldvin R.M Nutritional considerations for patients with intertitial cystitis/Bladder Pain Syndrome. J. Of the academy of nutrition and dietetics; vol. 115 n.9, pp: 1372-1375, 1377, 1378-1379; sept. 2015
  2. Friedlander J I, Shorter B, Moldwin RM. Diet and its role in interstitial cystitis/bladder pain comorbid pain syndrome (IC/BPS) and comorbid conditions. BJUI, pp:1584-1591, 2012
  3. Di Martino P, Agniel R, David K, Templer C, Gaillard J L Denys P, Botto H. Reduction of Escherichia coli adherence to uroepithelial bladder cells after consumption of cranberry juice: a double-blind randomized placebo-controlled cross-over trial. World J Urol, 24: 21-27, 2006
  4. Aston J L, Lodolce A.E, Shapiro N L. Interaction between warfarin and cranberry juice: new advice. Current Problems in Pharmacovigilance, 30: 10, 2004

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

Adesso che sai come fare, continua a seguirci. Ricevi ogni sabato mattina nuove informazioni per la tua salute.

CONDIVIDI

Pensa alle persone che conosci, gli amici, la tua famiglia. Dai loro l’opportunità di stare bene, in salute. Condividi sui social quello che hai appena letto. Più condividi, più te ne saranno grati.

Lascia un commento

Devi loggarti per inserire un commento.