BICICLETTA È SALUTE

Le linee guida internazionali suggeriscono di svolgere settimanalmente almeno 75 minuti di attività fisica di intensità vigorosa-intensa o almeno 150 minuti di attività fisica a intensità moderata per avere effetti benefici sulla salute. Tuttavia, oltre il 40% degli adulti sono fisicamente inattivi. L’uso della bicicletta per effettuare gli spostamenti quotidiani può rappresentare un valido strumento per ridurre la sedentarietà. Per esempio, andando al lavoro in bicicletta il rischio di morte per tutte le cause si riduce del 41% rispetto ad essere inattivi. Scopri come con i medici di Cibum dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese.

bicicletta-salute

Consulenza scientifica

Andrea Giorgi

Medico Chirurgo specialista in Medicina dello Sport e dell'Esercizio Fisico, opera presso l'UOC Recupero e Rieducazione Funzionale, Azienda USL Toscana Sud-Est-Area Senese.
Esperto di metodologia di allenamento, valutazione funzionale e biomeccanica, alimentazione per il ciclista professionista. Dal 2011 Medico di squadra della Androni Giocattoli-Sidermec Professional Cycling Team.

BICICLETTA: USALA PER ANDARE A LAVORO

Il pendolarismo può aiutare ad aumentare la quota di attività fisica svolta quotidianamente. La maggior parte delle persone si sposta quotidianamente per raggiungere l’attività lavorativa usando mezzi di trasporto privati o pubblici. Aumentando così il tempo quotidiano di inattività ed aumentando l’inquinamento atmosferico. L’adozione di spostamenti muscolarmente attivi rappresenta un metodo per incrementare l’attività fisica, tuttavia mancanza di tempo, distanze lunghe da percorrere, scarsa condizione fisica e percorsi montuosi favoriscono i movimenti con mezzi di locomozione passivi.

BICICLETTA: IL MEZZO PERFETTO PER GLI SPOSTAMENTI IN CITTÀ

L’utilizzo della bicicletta può superare questi limiti permettendo di spostarsi più velocemente e più lontano con minor dispendio energetico rispetto a camminare o correre. A parità di distanza percorsa, in bicicletta si risparmia la metà abbondante di energia rispetto al cammino. Ad esempio, un uomo di 70 kg per percorrere 5 km in pianura a piedi spende circa 175 kcal impiegando poco più di un’ora, mentre utilizzando una bicicletta tipo Graziella andando alla velocità di 20 km/h spende circa 80 kcal impiegando 15 minuti. Questo favorisce lo svolgimento di attività fisica anche in persone fisicamente inattive, se il percorso lo consente.

IL TIPO DI BICICLETTA INFLUENZA L’ATTIVITÀ FISICA SVOLTA

La scelta del modello della bicicletta per gli spostamenti quotidiani è spesso dettata dal tipo di percorso da svolgere, dal gusto estetico e dal costo, tuttavia bisogna sapere che i diversi telai influiscono sul dispendio energetico.

Ad esempio, per velocità inferiori a 10 km/h non c’è differenza di efficienza tra il modello Graziella e la bici da corsa, ma per velocità superiori, la comoda Graziella ha un costo energetico maggiore. Il tandem è una bicicletta che pesa il 60% in più di 2 biciclette e può essere un valido mezzo che permette di pedalare più velocemente a parità di dispendio energetico e far praticare attività fisica a due persone contemporaneamente.

L’ESPERTO: LA BICICLETTA HA EFFETTI BENEFICI SULLA SALUTE

“Andare al lavoro in bicicletta induce degli effetti benefici sul fisico in maniera dose-correlata. Per esempio, andando al lavoro in bicicletta il rischio di morte per tutte le cause si riduce del 41% rispetto a essere inattivi.” Indica il dottor Andrea Giorgi, che afferma: “È stato riportato che la mortalità per malattie cardiovascolari è minore nei soggetti che utilizzano la bicicletta rispetto a chi va al lavoro a piedi. Questo può dipendere dal fatto che un maggior numero di persone che utilizzano la bicicletta raggiungono la quantità di esercizio fisico giornaliero utile per la prevenzione rispetto ai camminatori.”

E-BIKES, IL NUOVO MEZZO

Ultimamente le E-Bikes sono diventate molto popolari come mezzo di trasporto. Con la bicicletta a pedalata assistita elettrica lo stesso percorso è svolto con meno sforzo fisico rispetto alla bicicletta muscolare, permettendo a persone con condizione fisica minore di percorrere tratti misti più facilmente. Chiaramente è necessario svolgere una attività più lunga e più frequente per ottenere i benefici sulla salute. Infatti, il costo energetico della pedalata con E-bike è minore del 24% e del 64% rispetto all’utilizzo della bicicletta convenzionale e della camminata, rispettivamente. Ad esempio, per percorrere un tratto in pianura di 10km, una persona di 70kg spende 224 kcal e 168 kcal rispettivamente usando una bicicletta muscolare o la E-Bike. L’attività fisica di moderata intensità con E-Bikes ha un impatto positivo sulla salute in anziani, obesi e nei soggetti in riabilitazione a seguito di intervento chirurgico in patologie coronariche.

BIBLIOGRAFIA

  1. Celis-Morales CA, Lyall DM, Welsh P, Anderson J, Steell L, Guo Y, Maldonado R, Mackay DF, Pell JP, Sattar N, Gill JMR. Association between active commuting and incident cardiovascular disease, cancer, and mortality: prospective cohort study. BMJ. 2017;357:j1456
  2. Oja P, Titze S, Bauman A, de Geus B, Krenn P, Reger-Nash B, Kohlberger T. Health benefits of cycling: a systematic review. Scand J Med Sci Sports. 2011;21(4):496-509
  3. Bourne JE, Sauchelli S, Perry R, Page A, Leary S, England C, Cooper AR. Health benefits of electrically-assisted cycling: a systematic review. Int J Behav Nutr Phys Act. 2018;15(1):116
  4. Glaskin M. Cycling science: how rider and machine work together. University of Chicago Press, 2013

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

Adesso che sai come fare, continua a seguirci. Ricevi ogni sabato mattina nuove informazioni per la tua salute.

CONDIVIDI

Pensa alle persone che conosci, gli amici, la tua famiglia. Dai loro l’opportunità di stare bene, in salute. Condividi sui social quello che hai appena letto. Più condividi, più te ne saranno grati.

Lascia un commento

Devi loggarti per inserire un commento.